domenica 4 maggio 2008

RAP DELLA CITTA'

Questo rap lo abbiamo imparato con la nostra maestra di musica

La città dei miei pensieri
ha le case di cotone,
case morbide e leggere
che non schiacciano persone,
scale dolci da salire,
e la terra nei giardini,
con degli alberi capaci
di giocare coi bambini,

la città dei miei pensieri
non ha strade dure e nere,
la città dei miei pensieri
ha pozzanghere da bere
.

La città dei miei pensieri
ha le stelle sotto il tetto.
ha pareti di focaccia
e finestre di confetto,
il furgone del lattaio
è una mucca gigantesca,
e chi ha sete ci si attacca
e si nutre e si rinfresca,

la città dei miei pensieri
non ha strade dure e nere,
la città dei miei pensieri
ha pozzanghere da bere
.

La città dei miei pensieri
non ha angoli rabbiosi,
non ha stanze senza luce,
non ha spigoli spinosi,
ha i colori della frutta
che matura sotto il sole,
ha il silenzio che ci vuole
per sentire le parole,

la città dei miei pensieri
non ha strade dure e nere,
la città dei miei pensieri
ha pozzanghere da bere
.

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Molto bella questa città!
maestra Elisa

Anonimo ha detto...

Davide, da noi si fa molti RAP, ma quase sempre come un "protesto"( brontolando).Mi capisci?
Ed è interessante come voi sono capace d'imparare le parole( ce ne sono tante) in un attimino, almeno è cosi con William.
Sicuramente è stata una lezione divertente.
TVB.
Fatima