giovedì 28 febbraio 2008

L'acqua oggi e l'acqua domani


L’acqua è una risorsa limitata anche se continuamente rinnovata.
Solo un quinto dell’acqua che cade sulla Terra è disponibile per gli usi umani inoltre è mal distribuita fra le varie regioni e spesso è inquinata, ma i problemi di scarsità dipendono soprattutto dalla crescita della popolazione.
Domani il problema sarà dominante per l’umanità. Bisognerà trovare nuove soluzioni:
utilizzare in maniera più efficace l’acqua esistente attraverso il risparmio e il riciclaggio;
ricavare l’acqua dolce dall’acqua di mare attraverso impianti di desalinizzazione.
Oggi produrre acqua desalinizzata costa tantissima energia. Un inventore di nome Alan Burns ( Australia) ha realizzato un progetto, la fase di sperimentazione operativa verrà attivata nel 2009:
dei grossi palloni, poco sotto la superficie del mare, vengono fissati a dei pistoni immersi nell'acqua e questi, con una base mobile, vengono fissati a loro volta al fondo marino.Per effetto delle onde i palloni mettono in moto i pistoni che prelevano l'acqua e la sparano verso riva. L'azione meccanica ha due effetti:
· Uno, prelevare l'acqua dal mare ed inviarla alla centrale di desalinizzazione.
· Due, la pressione dell'acqua generata dai pistoni potrebbe mettere in funzione una turbina per la produzione di energia elettrica per il processo di desalinizzazione.

Testo tratto dal libro “La risorsa Acqua” Editrice Panini e dal sito www.adiumxtras.com
Foto tratta dal blog.libero.it

2 commenti:

la^maestra^mpm ha detto...

Ho letto questo post con molto interesse.ciao Davide, alla prossima!

Anonimo ha detto...

bravo, Davide! bell'argomento!
e adesso cerco una notizia che ho letto poco tempo fa di un ingegnere veneto che è riuscito a trovare l'acqua sotto la sabbia del deserto
ti mando per mail l'articolo
la zia